martedì 5 marzo 2013

Esperimenti a zero calorie...Shirataki con zucchine e gamberi e anche al ragù. Ma non solo!


Cosa non ci inventeremmo per ingannarci di avere mangiato pastasciutta anche a dieta ... e anche un bel piattone! E a tal proposito oggi parliamo di spaghetti shirataki...
Potete cucinarli e condirli come meglio vi aggrada... Io oggi ne presento tre versioni totalmente dietetiche, prive anche di grassi. Ma vado più per immagini e qualche piccolo dettaglio più che con una ricetta vera e propria. Quello che voglio condividere con voi è qualcos'altro. 

La shirataki è una sorta di pasta a calorie zero, totalmente insapore per cui acquisterà quello con la quale viene condita o cucinata. La sua consistenza è un po' gelatinosa o gommosa (la gommosità tende a diminuire in bollitura) un po' come gli spaghetti cinesi. Io ho provato entrambe le versioni: umida e secca. Quella umida, immersa nel suo liquido di conservazione, la sciacquo molto bene e poi la sbollento per qualche minuto in acqua e sale. La secca la faccio bollire setto otto minuti come quando cucino spaghetti, per capirci. Se ve la dimenticate qualche minuto in più non succede niente... non scuoce!
Non posso dire che è buonissima e mi fa impazzire, o fa schifo, semplicemente perché non è né l'una né l'altra cosa. Secondo me la shirataki è un riempipancia a costo calorico vicino allo zero che ti dà un minimo di soddisfazione, variante e sazietà in una dieta. Il problema della delusione sta in un'altra faccenda... NON CHIAMIAMOLA PASTA, perché pasta non è. E' solo una maniera per accompagnare carne o pesce o verdure e sentirsi sazi e soddisfatti in un piatto unico. Sarà solo la nostra fantasia a renderla più o meno appetitosa.

Io di queste tre versioni sono rimasta abbastanza soddisfatta: La prima (fatta in realtà questa estate) è fatta semplicemente facendo saltare un po' di gamberetti in una padella leggermente unta di olio, uno spicchio di aglio che poi ho tolto, con delle zucchine grattugiate. Ho fatto il solito procedimento di lavarla e sbollentarla e poi l'ho saltata in padella qualche minuto, fino a far assorbire l'acqua in eccesso. Con un po' di prezzemolo se vogliamo, è un perfetto piatto unico a calorie supercontrollate.







Quest'altra di poche settimane fa è fatta accompagnando la shirataki con un ragù di carne. Ora a seconda del regime dietetico più o meno restrittivo che abbiamo possiamo decidere di fare il ragù. Io ne ho fatto uno utilizzando del macinato magrissimo cotto a crudo senza soffriggere niente: trito di cipolla, carota e sedano, macinato, sale e pepe. Un po' di pomodoro... Alla fine ho aggiunto la shirataki lavata e bollita per pochi minuti. Questa è la versione che preferisco.




Ma non è adatta solo per i nostri primi piatti... E' versatile. Infatti questa che vi propongo adesso si adatta molto bene o come secondo piatto (sempre piatto unico...) o addirittura come antipastino. Una bella frittata di shirataki con prosciutto cotto magrissimo.... Eccola qua!

La frittata di shirataki secca l'ho mangiata in questi giorni. E mi piace anche tanto... perché mi piace la frittata con il prosciutto cotto... 
E poi l'ho provata anche saltata in padella con le verdure, con l'uovo.... Ma non sempre ho fotografato. E' una variante anche per spezzare la monotonia in una dieta ipocalorica... Certamente non è economica. Se vi fate un giro in rete vi rendete conto dei suoi costi. Diciamo che una porzione si aggira intorno ai 3 euro (200 gr. In ogni caso a me sembra che 100 gr a persona sia più che sufficiente, considerando che accompagna carne pesce uova... ). A volte ci sono delle offerte...


Ma in realtà che cosa è sta shirataki? Da wikipedia leggo: 

"Gli shirataki sono un tipo di spaghetti ricavati dalla radice del konjac, pianta nativa della zona subtropicale temperata asiatica (Amorphophallus konjac in giapponese 蒟蒻/菎蒻). Sono privi di carboidrati assimilabili dall'organismo".


Aggiungo io che è anche priva di glutine. La radice del kongjac altro non è che il glucomanno, che spessso viene consigliato nelle diete per il suo potere "riempiente".
In rete so che stanno suggerendo anche il metodo per farsela in casa acquistando la farina di konjac. Sicuramente il metodo è più economico. E chissà, forse per noi foodblogger potrebbe dare una soddisfazione in più. Penso anche che potremmo trovare il sistema per renderla anche più appetitosa... Certo bisognerà anche giocare un po' al piccolo chimico, perché sembra che senza la presenza del solfato di calcio non si riesca a impastare niente. Il solfato di calcio tra l'altro non è facile da reperire. Sembra solo in alcune farmacie che fanno preparati galenici. Ma non so dirvi di più. Chissà... Forse prima o poi ci provo e poi vi faccio sapere!!

In ogni caso oggi la shirataki è un business... Sta spopolando. In rete è un tam tam di ricette. All'inizio erano solo spaghetti. Adesso troviamo anche tagliatelle, riso. Questi non li ho ancora provati.  In conclusione... Può andar bene per quei giorni di dieta che proprio non riesci a scavalcare il senso di fame. Hanno veramente un potere riempiente... E se ci mettiamo fantasia e impariamo a trattarli devo anche ammettere che si mangiano volentieri. Che dirvi... Non chiedetemi di fare il paragone con la pasta vera e propria... non esiste. Questa non è pastasciutta... Sono spaghetti, sono tagliatelle, sono riso ma di Konjac, di glucomanno... Niente a che vedere con la vera pasta. Forse sarebbe meglio non eccedere mai per non prendere mai chili e non essere costretti poi a stare a dieta e fare questi esperimenti!! Ma io ingrasso veramente con poco... E ogni anno che passa dimagrisco sempre con più difficoltà! E poi mi piace pasticciare in cucina.... Non fatemi fare la dieta con bistecca e insalata!!! Morirei d'inedia!


32 commenti:

  1. ciao carissima, anche tu a dieta????
    queste cosine orientali vanno benissimo e tu sei riuscita ad italianizzarle alla perfezione, bravissima
    un bacione

    RispondiElimina
  2. ma che meraviglia.. dei piatto favolosi

    RispondiElimina
  3. Non sarà la pasta.. ma è una goduria uguale, amica mia! :D Che delizia.. adoro le cosette orientali e queste versioni le assaggerei tutte! Che fantasia hai avuto, che creatività! Mi hai messo l'acquolina appena sveglia!! :D Ti voglio bene, tanto bene, stella. Grazie per queste ricettine (vado subito alla ricerca degli shirataki) e un abbraccio pieno di bene!!

    RispondiElimina
  4. calorie zero eccomi!!!! Presente!! Molto molto curioso questo prodotto, quando ho letto che si potrebbe fare in cas mi si sono drizzate le antenne ma davanti all'esperimento alambicchiano con solfato di calcio depongo le armi dell'homemade, se proprio mi devo togliere la voglia di assaggiare questo piatto spenderò qualche euro in più acquistandoli già belli e fatti. Un trucco che uso nella dieta per insaporire sughi e pietanze, la cottura con vino bianco, l'alcool evapora e rimane solo il sapore, pochissime calorie ;) Ti seguirò anche nei prossimi giorni con molta curiosità, chissà che mi snoccioli d'altro. Buona giornata, baci.

    RispondiElimina
  5. Uh io ingrasso a guardare! Questa non pasta mi incuriosisce, magari più tardi faccio un salto al supermercatino di prodotti etnici, magari ce l'hanno! Con le verdure saltate e la salsa di soia non dovrebbe essere male!

    RispondiElimina
  6. La domanda sorge spontanea.. dove si comrpano?? Mi attirano molto.. vorrei provarli.. Mi paicciono le tue versioni.. baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  7. mamma quante ricettine...io davvero non saprei quale scegliere!
    bacione

    RispondiElimina
  8. Elly ma ne sai una più del diavolo! io questi shirataki non li avevo mai sentiti però mò mi hai messo la pulce nell'orecchio e li cerco, ma che dici da Castroni li trovo?
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  9. Rispondo qui a tutti coloro che me lo chiedono. Sul sito della Dukan ci sono offerte allettanti. In due giorni arrivano. Il problema è che non si pagano le spese di spedizione solo con un ordine di almeno 60 euro... Altra postazione a Roma... Castroni via Ottaviano (conviene telefonare per certezza) ha quelli umidi ma è da luglio che non ci vado. Castroni Piazza Irnerio ha finalmente quelli secchi. 8 euro per circa 6 porzioni (sviluppano 600 gr umido). Meno ingombranti... e forse un po' meno gommosi. Venerdì scorso li aveva. Comunque on line ci sono vari rifornitori. Adesso anche di tagliatelle e riso. Quando ho finito gli spaghetti provo gli altri... Per 0 calorie o giù di lì vale la pena provare. Non confondeteli con kilioff che hanno al'incirca le stesse calorie della pasta normale. E soprattutto ricordatevi. NON E' PASTA, ne ha solo la forma... Provatene una confezione e poi decidete.

    RispondiElimina
  10. Oltre alle golose ricette mi hai fatto conoscere un prodotto che proprio non conoscevo , grazie Elly!!... la proverò :-) un bacione

    RispondiElimina
  11. ma dai! che mi fai scoprire... mai sentiti nominare ma se li vedo in giro li provo :-)

    RispondiElimina
  12. anche io a dieta ma e una vera tristezza :( però a volte si possono creare dei piatti come questi tuoi che sono davvero invitanti e buoni
    lia

    RispondiElimina
  13. wow, mi piacciono tutte le versioni!!!

    RispondiElimina
  14. Mai provati ma dopo questo post non posso esimermi dal farlo, grazie!!!

    RispondiElimina
  15. MA anche nella Dukan è presente, se non sbaglio...certo che i tuoi condimenti sono perfetti (poche calorie, tanto gusto)...bravissima!

    RispondiElimina
  16. Wow, Elly già li amo! e ti ringrazio perchè li ho assaggiati senza aver mai preso contezza del nome! adoro la prima versione (impazzisco per gamberi) e anche al ragù.
    tesoro, anch'io sarei a dieta.. non ti dico che fame dopo un pranzo a base di noodles in zuppa. poche calorie e in effetti non mi ha saziata :(

    RispondiElimina
  17. Sicuramente ti danno la sensazione di aver mangiato un piatto di spaghetti. Con i gamberetti penso che siano proprio buoni. Basta poco e si può mangiare senza fare troppe rinunce. Ciao.

    RispondiElimina
  18. Elly ma dove l hai trovata questa specie di pasta, ad essere sincera non mi ispira molto, la vedo un po collosa quella che mi pare piu invitante e quella al ragu!!! Se la troo oglio provarla!!! Un abbraccio e che tocca fa pe sta dieta ahaha!!!!

    RispondiElimina
  19. Wowwwww quanto mi piacciono i piatti gustosi a zero calorie!!! :D Le tue proposte sono fantastiche, Elly, segno tutto! :D Devo mettermi alla ricerca degli shirataki ;) Un abbraccio forte e complimenti, buona serata! :**

    RispondiElimina
  20. Una news da provare, un bel post esaustivo, come la presenti tu è molto invitante!!!Ciao, buona serata...

    RispondiElimina
  21. mai sentito parlare di questa simil "pasta", l'aspetto non è male, la vista è appagata, se poi si riesce anche ad ottenere un buon piatto, allora vale la pena provare, dovrei iniziare anche io un bella dieta, un bacione

    RispondiElimina
  22. Ciao Elly, eccomi a curiosare la pasta cinese! Mi fido solo perché lo dici tu, e comunque con quei bei sughetti li assaggerei subito!!!! Nel we forse riesco ad andare a casa mia. Serpeggia malcontento, ma devo scappar via, bacione

    RispondiElimina
  23. Ciao Elly, grazie per ciò che mi hai scritto...forse ritorno prima di quanto non pensassi...vedremo...
    Questi finti spaghetti non li conoscevo, ma i tuoi piattini sono invitanti, eccome!
    Baci baci...

    RispondiElimina
  24. Non hanno carboidrati????????????????????????????? e io non li conoscevo???????????????????????????????Ehh nooooooo, tu sei il mio mitoooo, ti adoroo!!! adesso devo scoprire questa pasta!!!certo, tu saresti capace di rendere appetitoso pure un toast andato male però anche se ci provo io dovrebbero essere mangiabili...:DDDDD Mi lancioooooo!!un bacione grande grande!!!!

    RispondiElimina
  25. Quante informazioni cara Elly, un bel post impegnativo!! Mai assaggiati in verità, d'altra parte è bello anche variare indipendentemente dalla dieta...
    Ti auguro una buona giornata!

    RispondiElimina
  26. In casa mia gli shirataki sono adorati cucinati con diversi condimenti in base al giorno di dieta o di sole proteine o P+V.... La Dukan non ti sembra una solita "triste dieta"!!!!!!

    RispondiElimina
  27. online li trovate su zen pasta che li spedisce in 48 ore per gchi è di roma o vicino in tutti i Castroni ci sono anche quelli in acqua ma i migliori restano quelli secchi ..il glucomannano è un ottimo riempi stomaco.. e sono lassativi quindi grande aiuto per chi soffre di stipsi ma non eccedete nell'uso possono avere spiacevoli effetti spiacevoli

    RispondiElimina
  28. Roxane ti do per certo che Castroni P.za Irnerio ha quelli secchi... In effetti sono un po' più buoni!

    RispondiElimina
  29. Non sarà pasta ma l'aspetto è proprio invitante sai? Soprattutto la versione con zucchine e gamberetti mi tenta pure a quest'ora :) Mi hai messo troppa curiosità, li devo trovare :) Un baciottone bimba, buona giornata

    RispondiElimina
  30. geniali e spettacolari!!! li devo troppo prendere...corro sul sito della dukan!!! Elly sey un portento!

    RispondiElimina
  31. Io l'ho già scritto e lo ribadisco
    di portare avanti i buoni propositi non sono brava
    e quindi con ammirazione ti scrivo e ti riscrivo .....BRAVA ragazza!!!!!!!!!!!
    Questi spaghetti non li conoscevo proprio ma dalle foto sembrano davvero un bel piatto di pasta....Anche se la frittata mi attira di più!!!!!!!!!
    Un bacione Elena

    RispondiElimina
  32. zero carboidrati!?!?! Grazie, questi spaghetti super sono proprio per me!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Leggo sempre volentieri i vostri commenti... lascialo anche tu!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...