martedì 10 dicembre 2013

Natale nel Lazio: Il panpepato



In anticipo questo appuntamento regionale per regalarvi qualche idea per le vostre tavole delle feste. Il tema è "Natale in... ". Naturalmente io rispondo per il Lazio.
La ricetta che vi propongo oggi è uno di quei dolci sempre presenti sulla tavola di chez entity.... In verità sono stata fortunata perché mi è sempre stato donato. Quest'anno però voglio donarlo io e vi propongo la mia ricetta, rivisitata per l'occasione.
Il panpepato è una preparazione tipica dell'Italia Centrale. Ora se vogliamo dirla tutta, vi ricordo che una vera e propria cucina romana non esiste. Esiste la sua abilità a farla sua e a renderla famosa in tutto il mondo. Città che vai ricetta che trovi... Questa nasce da quella ciociara.

Vi do di seguito gli ingredienti che ho usato e poi le spiegazioni le trovate all'interno delle fotografie.

Ingredienti x 4 panpepati di media grandezza.
(il peso si riferisce al netto degli scarti)
100 gr di noci 
100 gr di mandorle
100 gr di nocciole
100 gr fi uvetta sultanina
50 gr di pinoli
200 gr di miele
200 gr di cioccolata fondente
250 gr di farina 00 / o quanta ne assorbe per legare tutto...
150 gr di mosto cotto  
1 cucchiaio di scorza di arancia grattugiata (al posto di 100 gr di arancia candita)
1 cucchiaino di pepe verde alla vaniglia (al posto del pepe nero)
1 cucchiaino di noce moscata
1/2 cucchiaino di cannella (non previsto nella ricetta originale)














Coliamoci sopra il mosto e il miele a temperatura ambiente, mescoliamo e adesso mettiamo in moto
le nostre mani e aggiungiamo un po' alla volta la farina fino a raggiungere una consistenza ben compatta....
Poi con le mani bagnate formiamo dei panetti ben compressi che sistemeremo sulla placca del forno
preriscaldato a 180°.




Far passare qualche giorno per gustarlo al meglio...
Ora se ne avessi la possibilità ne donerei uno a ognuno di voi... virtualmente lo è già!...


E adesso andiamo a vedere che cosa ci offrono i miei compagni di tour....


  • Valle D'Aosta - Mont Blanc http://cinziaaifornelli.blogspot.it
  • Piemonte - Lasagne alessandrine della Vigilia - http://lacasadi-artu.blogspot.it/
  • Lombardia - Pucia Dulsa - http://ledeliziedellamiacucina.blogspot.it/
  • Trentino Alto Adige - Lebkuchen, zimtsterne e zelten tirolese..le ricette originali!        http://afiammadolce.blogspot.it/
  • Veneto - Crema al mascarpone con grappa cuor di prosecco - http://ely-tenerezze.blogspot.it/
  • Friuli Venezia Giulia - Mostazzòns -  http://nuvoledifarina.blogspot.it
  • Emilia Romagna - La spongata -  http://zibaldoneculinario.blogspot.it/
  • Liguria - baccalà boggìo a-o verde -http://arbanelladibasilico.blogspot.it/
  • Toscana - Panpepato di Siena - http://www.nonsolopiccante.it/
  • Umbria -  Tozzetti canditi http://amichecucina.blogspot.it
  • Marche - Tagliatelle con lo stoccafisso http://lacreativitaeisuoicolori.blogspot.it
  • Abruzzo - Ferratelle abruzzesi http://blog.giallozafferano.it/incucinadaeva/
  • Molise -Tozzetti della mia mamma-  http://lacucinadimamma-loredana.blogspot.it/
  • Lazio - Panpepato - http://elly-chezentity.blogspot.it
  • Campania - Roccocò moridi - http://www.isaporidelmediterraneo.it/
  • Puglia - Bocconotti di pasta reale -  http://breakfastdadonaflor.blogspot.it
  • Basilicata - Pettole - http://blog.giallozafferano.it/sognandoincucina
  • Calabria -Turdiddri o turdilli calabresi  http://blog.giallozafferano.it/iocucinocosi
  • Sicilia - Torrone Siciliano alle mandorlehttp://blog.giallozafferano.it/cucinachetipassaoriginal/
  • Sardegna - Torrone sardo di Tonara http://blog.giallozafferano.it/vickyart

  • Buon tour gastronomico... Io vi do appuntamento con l'Italia nel Piatto al 20 di questo mese con una piccola "rivoluzione"... Intanto ci incontriamo sulla nostra pagina fb...
    https://www.facebook.com/LItaliaNelPiatto?ref=hl

    47 commenti:

    1. Elena, grazie!!!
      Io lo prenderei volentieri anche NON virtualmente :)
      mi piace un sacco e anch'io avrei aggiunto la cannella che adoro, bravissima!!!
      Un bacione

      RispondiElimina
    2. Buongiorno Elly cara,spero vada tutto bene tesoro,anche se anch'io negli ultimi tempi non sono più così costante...diciamo"son periodi"!Ti ritrovo però con un dolce meraviglioso,tipico delle feste e pieno dei profumi del Natale!Urge una bella spesa di frutta secca,per provare il tuo panpepatp e gli altri dolcini tipici di queste feste,non voglio certamente stare solo a guardare!Ti abbraccio cara,vado a sbirciare le altre ricette delle nostra bella Italia!
      p.s il pepe verde alla vaniglia è una vera novità!

      RispondiElimina
    3. E io apprezzerei tantissimo il tuo dono, cara Elly, stai sicura che lo apprezzerei!
      :)

      RispondiElimina
    4. Che belle le foto con le scritte sopra,sei bravissima.
      Non l'ho mai fatto,conserverò la ricetta.
      Un grande abbraccio.

      RispondiElimina
    5. Ullallà picirilla, ecco che mi servi su un vassoio d’argento la degna fine per il barattolo di mosto cotto fatto dalla mamma :D
      Ne ho anche uno già speziato alla cannella, mi sembra perfettissimo.
      Questo week end mi metto all’opera, ne sento già il profumino :)
      Ma quel pepe verde alla vaniglia? Diabolica tentatrice, ne andrò a caccia in giro per la rete...
      Un bacione con lo schiocco, buona giornata

      RispondiElimina
    6. Lo fanno così bene i miei parenti che sono di Anagni!!!! io anni fa ho provato un'altra versione senza mosto cotto.. che qui.. ma dove me lo procuro!!!! ottimo il tuo.. smackk

      RispondiElimina
    7. Un meraviglioso dolce della tradizione! Non lo mangio da una vita!!!

      RispondiElimina
    8. Panpepato anche nella tua cucina carissima Ely, ma stavolta a dispetto del nome il dolce è decisamente molto diverso da quello che abbiamo noi in Toscana.
      E così si scopre che talvolta le stesse ricette hanno nomi diversi tra regioni confinanti mentre altre volte hanno gli stessi nomi ma poi sono assolutamente diverse.
      Non ho mai assaggiato il panpepato laziale... che dici, ce ne scambiamo metà? :-)
      Un bacio.

      RispondiElimina
    9. Sono decisamente estasiata dallo splendore dei dolci che ho incontrato nel giro delle ricette di oggi, il tuo panpepato lo sbranerei subito!!!!

      RispondiElimina
    10. Mi piace tantissimo l'idea di mettere la preparazione sulle fotooooo, bravissima! E poi molto molto affascinante la preparazione del profumatissimo panpepato!!! Da provare subitoooo! Bacioni

      RispondiElimina
    11. Mi è sempre piaciuto molto, non mi stanco mai di mangiarlo. Interessante la presenza del mosto. Il pepe verde alla vaniglia non lo conosco.
      Invece quest'anno ho fatto qualcosa di simile ma tipico di Ferrara il pampato.

      RispondiElimina
    12. Mai assaggiato il panpepato, a vedere le foto deve essere eccezionale :)
      Grazie per l'assaggio virtuale, accetto volentieri :)
      Un bacio

      RispondiElimina
    13. ma è tipo un panforte?? che meravigliaaa!

      RispondiElimina
    14. Piango come una fontana, ma questa volta perché nonna non lo ha mai fatto, accidenti!!! Chissà se prima o poi verrò a mangiarmelo da te? Bacione, ti chiamo presto
      P.S. ti ho mandato una mail

      RispondiElimina
    15. Adoro i dolci speziati mi ricordano la mia infanzia. Infatti la nonna ungherese con venature austro....usava fare questi dolcetti speziati ricoperti di cioccolato, di glassa oppure ripieni con miele o quello che trovava,. Buon questo panpepato. Grazie e buona serata.

      RispondiElimina
    16. Un dolce strepitoso Elly!!!! Bravissima!!! Un dolce speziato e dell'antica tradizione che mi piace davvero tanto :-) un bacione

      RispondiElimina
    17. Ah donna fortunata che lo ricevevi sempre in regalo! Adesso lo regali anche a noi vero? Sembra delizioso e la scelta di omettere le arance candita mi piace tantissimo perchè nemmeno io amo i canditi!
      Bravissima Elly!!!
      un bacione

      RispondiElimina
    18. ma lo sai che così non l'ho mai fatto? mia madre lo fa senza spezie e anche io, devo provarlo aromatizzato, penso sia buonissimo, un bacione

      RispondiElimina
    19. buonisssimo così ricco! l'ho fatto la settimana scorsa nn così ricco devo rifarlo!!

      RispondiElimina
    20. Anche a noi lo hanno sempre regalato fatto in casa, ma quest'anno mi sa che provo io a farlo.
      Mi piace un sacco!
      E che bella la tua idea d mettere la spiegazione sulle immagini….colpisce al volo.
      Bacio carissima!

      RispondiElimina
    21. che bello! non sapevo che si facesse anche nel Lazio! deve essere meraviglioso!

      RispondiElimina
    22. E' un dolce fantastico, Elly! Ne basta un pezzetto per fare Natale...Quindi tienitene un pezzetto e mandami il resto! AHAHHAHHAHAHAH
      Un bacione, bella!!!

      RispondiElimina
    23. Mitica la mia confinante, i tuoi post sono sempre meravigliosi e solari.
      Le foto raccontano sempre la perfezione delle tue ricette:
      UNICA

      RispondiElimina
    24. Oltre ad essere un appuntamento con le specialità culinarie del nostro paese, L'Italia nel piatto è anche l'occasione per ritrovarti cara Elly! Come te la passi? Spero che nonostante gli impegni di lavoro e le difficoltà della vita tu stia comunque bene, ti mando un abbraccio grande grande e mi copio questa festosa ricetta!! A presto

      RispondiElimina
    25. Fantastica Elly, quanto fa Natale quell'assemblaggio di frutta secca.... Un bacsione!

      RispondiElimina
    26. Bellissime le foto con sopra la spiegazione e buonissimo il dolce che assomiglia un pò alle nostre susumelle.
      Complimenti per il fantastico blog.

      RispondiElimina
    27. Spezie, frutta secca, cioccolato e miele, ma questo deve essere straprofumato...proprio pochi giorni fa ne ho fatto uno simile di origine Ferrarese, mi è piaciuto un sacco, ma era senza cioccolata... questo è divino! un bacione grande cara Elly, che voglia di abbracciarti!!!

      RispondiElimina
    28. Ciao Elly!!!
      Ma che dolce super goloso...ciccolato, spezie, frutta secca, di quelli che non ci si fa mancare nulla!!!
      Del resto sarà pur Natale per qualcosa no??? ;-)
      Bello il tour gastronomico, adesso sbircio le altre proposte!!!
      Ti abbraccio!! Roby

      RispondiElimina
    29. Elly cara..favoloso il tuo panpepato....insomma un trionfo di sapori e profumi!
      adoro anch'io la scorza d'arancia, i canditi proprio no! ne accetto con molto piacere uno anche se virtualmente mannaggia!
      un bacione

      RispondiElimina
    30. Ely che belle le foto è vero!!!! Sono diverse hanno una luce diversa un non so che di romantico!! Eppoi sfondi una porta aperta...il panpepato non si discute e nemmeno il pepe alla vaniglia!!! Ci vediamo sabato!

      RispondiElimina
    31. capita a fagiuolo questa tua ricetta, la cercavo proprio! Un abbraccio SILVIA

      RispondiElimina
    32. ma sai che mia madre lo adora e io non l'ho mai preparato perchè non avevo una ricetta di cui mi fidavo? Ma ora la ricetta ce l'ho e quest'anno lo preparo!
      baci
      Alice

      RispondiElimina
    33. Non l'ho mai sentito! fantastico, mi appunto la ricetta! ciao!

      RispondiElimina
    34. Oddio che meravigliaaaaaaa!!! Io adoro il panpepato: fino a qualche anno fa lo preparava mio suocero tutti gli anni e io rischiavo ogni volta di sentirmi male per quanto ne mangiavo. Ora la pigrizia lo ha atterrato e il panpepato non si mangia più! Dovrò decidermia farlo io prima o poi.
      Lui non ci mette il mosto cotto ma solo il miele e poi....pepe nero...tanto, ma cos tanto che alla fine ti brucia la lingua!
      Che bontà!! Certo con il pepe verde alla vaniglia mi hai fatto venire una curiosità e una voglia di provarlo, elluy mia...che te lo dico affà?!è bellissimo passare da te: ritrovo sapori e ricordi che mi fanno iniziare alla grande la giornata (certo mo però sto panpepato me rimane qua: mi sa che oggi lo compro bello e fatto via- aaaargh....lo so: chissà che ciofeca!!!- poi quando riuscirò a trovare un pomeriggio libero lo faccio Intanto mi salvo e custodisco gelosamente la tua ricetta).
      tanti bacioni bella mia e buona giornata!

      RispondiElimina
    35. ti abbraccio forte perchè hai risvegliato un ricordo lontano e intenso, un lontano Natale mia mamma e mia nonna, che non c'è più, prepararono il pangiallo. Grazie tesoro per questa ricetta! So che posso provare a farla, in misura ridotta, per il nostro primo Natale qui a Venezia.
      Bacissimi e a rileggerci presto

      RispondiElimina
    36. Bè dai, è un tripudio di sapori, e ti dirò che a me l'arancia candita non dispiace, ma anche la tua sostituzione è gagliarda. Quanto è goloso ... Quasi quasi ci provo, a farlo ... Un abbraccio e felice week end.

      RispondiElimina
    37. Ho avuto la fortuna di assaggiarne uno della tua "collezione". Che dire? Continua così, le piccole dolcezze della vita non sono mai abbastanza e a volte un po' di pepe è inevitabile. un abbraccio da Pupetta

      RispondiElimina
    38. elly quanto tempo che non passavo da te!! ma che mi è successo? veramente è un po' che non passo sa nessuno...sarà stato l'odore di questo panpepato...che buono!! bacioni bella elly!

      RispondiElimina
    39. devo assolutamente prepararlo quest'anno, lo adoro e l'ho conosciuto da quando vivo qui.
      Bellissima la tua foto ricetta.
      Ti abbraccio forte e proseguo il tour sul tuo blog :*

      RispondiElimina
    40. devo assolutamente prepararlo quest'anno, lo adoro e l'ho conosciuto da quando vivo qui.
      Bellissima la tua foto ricetta.
      Ti abbraccio forte e proseguo il tour sul tuo blog :*

      RispondiElimina
    41. Ma quanto mi piace!!!!.
      Quest'anno ne ho provato una variante tipo torta che mi ha molto soddisfatto....

      RispondiElimina
    42. Questo panpetato mi ispira moltissimo...unico problema trovare il mosto cotto.
      Con cosa sostituirlo, se solo è possibile, senza stravolgere la ricetta,?

      RispondiElimina
    43. sai che non l'ho mai fatto, prima o poi ci provo.Colsgo l'occasione per farti gli auguri!

      RispondiElimina
    44. Cara Elly grazie per questa ricetta, che faceva sempre mia suocera, ma che ora non riesce più perchè dice che è un pò faticoso per lei. Adoro questo dolce e credo che lo rifarò con la tua ricetta, metterò solo miele allora ok, pensi che vada bene? Quella ciotola di frutta secca mi fa svenire... ti auguro serene Feste cara Elly, un abbraccio mony***

      RispondiElimina

    Leggo sempre volentieri i vostri commenti... lascialo anche tu!

    LinkWithin

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...