lunedì 12 maggio 2014

Arista in crosta di nocciole di chef Necci Bertini


Quando chiesi consiglio a Sabrina per un piatto di carne da preparare per alcuni ospiti che avevo a cena mi ha suggerito senza esitazione questa ricetta di chef Necci Bertini. Me l'aveva consigliata in abbinamento a una mostarda di pere, che per vari motivi non ho più fatto, mentre l'ho portata  in tavola accompagnata da un buon salmoriglio, squisito in tutta la sua semplicità. Per l'occasione mi sono anche comprata l'affettatrice... tanto per dirvi che prima o poi esco io di casa!!
Conosco l'affidabilità di Chef Necci avendo avuto la gioia di gustare le sue ricette... per non parlare poi della competenza di Sabrina. E questa, seppur preparata da me, è di una bontà straordinaria!!! 






In un contenitore ho riunito le nocciole triturate, il pangrattato e il pecorino con sale e pepe. Ho poi sbattuto un tuorlo di uovo con il quale ho bagnato l'arista per farci aderire bene la panatura.

Nel frattempo ho acceso il forno a 220 gr e ho rivestito di carta una placca da forno. Ho adagiato sopra con delicatezza la carne con la sua squisita impanatura, ho irrorato con olio extravergine di oliva e ho fatto cuocere in forno per circa 40 minuti.

Per il salmoriglio ho riunito in una ciotola l'olio, il succo dei limoni e l'acqua tiepida con sale e pepe. Ho battuto bene con una frusta. Ho aggiunto l'aglio e il prezzemolo tritati fini e  l'origano e ho lasciato insaporire. 

Ho fatto raffreddare bene l'arista e poi l'ho affettata con l'affettatrice. L'ho irrorata con il salmoriglio e gustata insieme ai miei amici che hanno gradito... alla grande!!! La prossima volta la rifarò (perché è certo che la rifarò!!!) con la mostarda di pere. 




Grazie Sabrina per il consiglio e grazie chef Necci Bertini per la ricetta!!!



Buona settimana a tutti!

23 commenti:

  1. Sai che qui amiamo tantissimo l'arista.. e nuovi modi per cucinarla son ben accetti.. soprattutto se prevedono l'utilizzo di frutta secca.. anch'essa usata ed amata in casa... Mi piace anche il salmoriglio per accompagnarla.. a me la mostarda pensa te.. non mi piace!!!! Bravissima.. si saranno spazzolati tutto i tuoi ospiti.. smackkk

    RispondiElimina
  2. Bell'abbinamento Ely! Brava Necci Bertini, lo sappiamo bene, ma brava anche tu, un piatto davvero ben riuscito!

    RispondiElimina
  3. La facciamo spesso a casa l'arista, potrei prendere questa bella ricetta e farla mia, penso che le nocciole ci stiano davvero da dio.. complimentissimi!
    Smuack:*

    RispondiElimina
  4. Senza dubbio super da prendere nota e sei come al solito bravissima ciaooo

    RispondiElimina
  5. Che bontà la devo provare. Mi piace quella crosticina di nocciole. L'idea del salmoriglio per accompagnarla mi piace

    RispondiElimina
  6. Slurposa! come diceva non so più chi qui in qualche blog!!!!! Ci sentiamo allora, bacioni :) :) :)

    RispondiElimina
  7. che bellissima ricetta e per me che mangio spessissimo l'arista va giusto a pennello.
    E …che gustosissima crosta !

    RispondiElimina
  8. non amiamo particolarmente l'arista in casa ma sono sempre in cerca di modi diversi di cucinarla perchè mia cognata invece mangia SOLO quel pezzo di carne, per cui copio e archivio anche perchè quella crosticina mi intriga un sacco!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  9. interessantissima ricetta,grazie

    RispondiElimina
  10. Mamma che bontààààà... Elly, tu mi tenti! Quel sughetto, quelle nocciole... devo assolutamente provare, deve essere ottima! Complimenti e un abbraccio stretto, buona serata :) :**

    RispondiElimina
  11. caspita che meraviglia!!
    bacioni :)

    RispondiElimina
  12. m questa è strepitosa!!! la copio di certo... mi ispira da matti, di solito tende ad essere asciutta, ma questa panatura mi sa che fa il miracolo!! un bacione e grazie!!!

    RispondiElimina
  13. Elly che piatto bellissimo!! gnammy! bravissima mia cara!!un abbraccio!!

    RispondiElimina
  14. Deve essere di una bontà stratosferica, devo assolutamente provarlo!!!
    Grazie mille per la bella ricetta Elly!!
    Un caro abbraccio e buona settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  15. Che ottimo modo di cucinare l'arista, mi piace anche il tuo accompagnamento, bella alternativa alla mostarda di pere!!!
    Baci

    RispondiElimina
  16. Ho un debole per la frutta secca e in particolare per le nocciole.Questa tua arista e' spettacolare ma non per dirlo cosi'.Sono sicuro che su questa ricetta le nocciole hanno avuto effetto.
    A presto

    RispondiElimina
  17. e bravissima la mia Ele prima o poi mi farai assaggiare di persona le tue prelibatezze? un Abbraccio simmy

    RispondiElimina
  18. Non ho parole per la grafica! è sempre un piacere venire da te! Per la ricetta che ti devo dire ormai per me è un cavallo di battaglia e non avevo dubbi che ti venisse bene, chef Bertini è una garanzia!

    RispondiElimina
  19. Questa panatura mi ispira molto,grazie cara amica.

    RispondiElimina
  20. dire che questa arista è golosa è riduttivo: strepitosa!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  21. Dev'essere di un buono!!! E' molto originale la panatyura!! Proprio da provare!!
    Bacioni!

    RispondiElimina
  22. Ricetta strepitosa! Adoro il maiale, carne troppo demonizzata - ah! quanti danni i falsi miti!
    Ma che meraviglia i frames per scrivere gli ingredienti!
    Sorrisi per te

    RispondiElimina
  23. Ciao! Ho scoperto il tuo bellissimo blog da poco, poiché sto seguendo la dieta del supermetabolismo e le tue gustose ricette sono una salvezza! A questo proposito, vorrei sapere se fosse possibile adattare questa ricetta per la fdm. Il mio problema è che sono una pessima cuoca e non mi fido a modificare le ricette da me. Hai qualche consiglio da darmi? Grazie e complimenti per questo spazio davvero ben fatto!

    RispondiElimina

Leggo sempre volentieri i vostri commenti... lascialo anche tu!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...